CONSIGLI UTILI CONTRO L'ELETTROSMOG

  • Tenere i dispositivi lontano dalla portata dei bambini
  • Collocare i “babyphone” a distanza dal lettino
  • Evitare di dormire tenendo telefoni cellulari e radiosveglie sul comodino
  • Usare il telefono cellulare in condizioni di alta ricezione del segnale di rete, chiamate brevi e in viva-voce
  • Limitare l'uso di telefoni cellulari all'interno di auto in movimento
  • Mantenere la distanza di sicurezza anche se i dispositivi sono spenti
  • Posizionare WiFi e reti senza fili in posti non raggiungibili e intorno ai quali le persone non stazionano
  • Per abitazioni, uffici, scuole preferire reti cablate
  • Evitare la permanenza in prossimità del forno a microonde quando acceso
  • Usare preferibilmente i dispositivi a batteria, invece di quelli a spina
  • Fare misurare i campi elettromagnetici della propria casa

NEWS


46703267_s_QR

Limiti precauzionali ELF


Le più recenti ricerche in materia di elettrosmog generato da campi elettromagnetici in bassa frequenza ELF, svolte da agenzie come la IARC -OMS, hanno indicato un aumento dei rischi sanitari in ambienti con livelli di induzione magnetica superiori a 0,2 – 0,4 microTesla.
Valori nettamente più bassi dei limiti di cautela indicati nelle normative che sintetizzando sono di 10 microTesla per i luoghi adibiti a permanenze non inferiori a quattro ore giornaliere e di 3 microTesla per la progettazione di nuovi elettrodotti.



12582549_s_QR

Limiti precauzionali HF


Anche per l'elettrosmog generato da campi elettromagnetici in alta frequenza HF, ci sono state raccomandazioni per abbassare i livelli considerati precauzionali. Come la Risoluzione n. 1815 del Consiglio d’Europa che consiglia negli ambienti indoor di non superare per i campi elettrici HF gli 0,6 V/m, puntando nel medio termine a ridurre ulteriormente tale valore a 0,2 V/m.
Valori nettamente più bassi dei limiti di cautela indicati nelle normative di 6V/m.



elettrosmog-5g-

Video conferenza on-line:


Con l’avvento del 5G si è riacceso il dibatto sulla sicurezza dei campi elettromagnetici a radio frequenza.
Con l'intento di stimolare riflessioni fuori dal coro su questo importante e delicato tema, proponiamo in questo video la prima parte della conferenza on-line del Prof. Fausto Bersani Greggio, ricercatore indipendente nel campo dell’inquinamento elettromagnetico.

Clicca qui per vedere il video: > Come cambierà l'ambiente elettromagnetico
cellule

Cosa succede alle nostre cellule, composte in gran parte da acqua quando vengono in contatto con certe frequenze sonore studiate dalla Cimatica?


Una cellula si comporta come un risonatore dielettrico: le applicazioni di alcune frequenze di dispositivi di generazione di frequenza, possono migliorare o interferire con la risonanza cellulare e creare modifiche nella struttura dell'acqua all'interno di una cellula, e alcune teorie ipotizzano che influenzino anche il DNA.
L'acqua presente nei tessuti sani ha un struttura differente da quella dei tessuti malati, quindi i medici che riconoscono questo fatto utilizzano alcuni tipi di musica, canti, diapason o campane tibetane come terapia. Altri ricercatori, come Fabien Maman ritengono che le cellule cancerose e quelle sane conducano le frequenze sonore in modo differente e che queste le possano influenzare.

Per maggiori informazioni su questo strumento, clicca sul seguente link: Cimatrix
risuonatore-5

Sai cosa sono le onde Schumann e che potrebbero contrastare i campi elettromagnetici negativi?


La Terra stessa emette una vibra­zione elettromagnetica conosciuta come la “risonanza di Schumann”, dal nome del fisico che la scoprì nel 1952; in seguito i ricercatori hanno capito che tali onde, risuonano alla stessa frequenza dell’ippocampo nel nostro cer­vello.
Pare sia possibile che interferenti elettromagnetici possano disturbare la per­cezione da parte dell’organismo umano.
Oggi esiste un dispositivo in grado di riprodurre le onde Schumann.

Per maggiori informazioni su questo strumento, clicca sul seguente link: Risuonatore Schuman
 

PER INFO SU INDAGINI AMBIENTALI E SOLUZIONI SCHERMANTI
CONTATTACI